Miniera

Piccono con forza la roccia per renderla pietre e detriti E madido di sudore ripenso al giorno in cui siamo fuggiti Sette nani fratelli, brutti, goffi e con il nasone Scappati dal circo per una vita fuori dal tendone Arrivati di nascosto in un paese straniero e sconosciuto Imbatterci in…

Dolce

Mi han reclusa in mezzo al bosco, sola come un cane In una casetta fatta di biscotti, glassa e marzapane “Sei malata e storpia, Dio per primo ti ha abbandonato” Han detto dimenticandomi tra mura dolci e cuscini di zucchero filato Dal rubinetto sgorga cola fresca quando ho sete Per…

Occhi verdi

L’idea non è granché e non ne avrei alcuna voglia Ma giunto qui non ho scelta: indosso la vestaglia. L’ho rubata alla vecchia ora occultata nell’armadio Quant’era rilassata nell’ascoltar la vecchia radio! Ora aspetterò qui, a letto e sotto le lenzuola L’arrivo della mocciosa…

La sottile linea azzurra

Funziona non aveva mai provato tanto piacere nel disegnare. Passava da una matita all’altra, e ad ogni cambiamento un nuovo cerchio colorato prendeva forma sul foglio a quadretti. Un’altra matita, un altro cerchio: sarebbe stato più veloce terminare tutti quelli di una tinta prima di passare a quella…

Una strana giostra

All’alba una musica leggera si sollevò dalla piazza principale. Le note, dopo aver percorso lastricati, rimbalzato su muri e individuato gli infissi, superarono senza difficoltà i vetri delle finestre e giunsero lievi alle orecchie dei sonnecchianti abitanti, una dopo l’altra, attente a disporsi nella medesima sequenza in cui…

Una scuola elevata

Era stata definita ”La scuola in cui era più difficile entrare” ma non per i suoi criteri d’ammissione, non particolarmente severi, quanto per l’essere situata in cima ad un grattacielo sprovvisto di ascensore. Per ricercare il motivo di tale mancanza bisogna risalire al suo ideatore, l’architetto Pensopiano,…